Ersilia. La città emergente

La città di Ersilia è una città invisibile che cresce nella leggerezza. Le sue storie e i suoi miti sono raccontati dalle voci di alcunə artistə registrate in un podcast per MACTE Digital. Ersilia è stata delineata da Italo Calvino come una città composta da molteplici luoghi, collegati tra loro da fili che mostrano la rete di relazioni di una comunità impermanente. La sua cartografia è mobile e malleabile, muta a seconda dei racconti di chi la attraversa.

La comunità di Ersilia è formata da giovanə artistə che abitano la città, ne conoscono ogni anfratto, e la raccontano rendendola visibile a coloro che si abbandonano all'ascolto, diventandone abitanti a loro volta. In questo spazio collettivo di sperimentazione si costruiscono e ristabiliscono relazioni. Diviene un territorio di transizione in cui re-immaginare istituzioni e ricreare comunità attraverso la cura delle pratiche, dell'attenzione e dell'immaginazione. Visioni collettive di realtà possibili mostrano una nuova geografia ospitale e solidale che si viene formando di episodio in episodio, priva di confini geografici, disciplinari, linguistici o logici. Una mappa permette a chi ascolta di trovare il suo percorso tra le voci delle artiste e degli artisti protagonistə del podcast che raccontano in dialogo con le curatrici un luogo di Ersilia frutto del loro immaginario.

Le guide di Ersilia sono Pietro Ballero, Anouk Chambaz, Allison Grimaldi Donahue, Perla Sardella e VacuaMoenia.

Ideazione e curatela: Alice Labor, Ginevra Ludovici

Artistə partecipanti: Pietro Ballero, Anouk Chambaz, Allison Grimaldi Donahue, Perla Sardella, VacuaMoenia

Post produzione audio: BNC Music

Sigla: sp_overdub

Fonico di mix: Livio Paulet

Voce introduttiva: Cinzia D’Emidio

Prodotto dal MACTE Museo di Arte Contemporanea di Termoli

Design: Sezione Grafica

Programmazione: Dude

Ersilia